CALL  +39 331 270 5061

TRASFERIMENTO CAICCO ALISSA BOSA-CORFU’

Venerdi 8 Maggio
Alle 02.00 con Tore al timone siamo in prossimità di Porto Vesme, dal CAICCO ALISSA vediamo scorrere le luci delle torri metalliche di questo centro industriale del Sulcis. A prua si apre il canale tra le isole di S.Antioco a sinistra che ci mostra le luci di Calasetta, a destra S.Pietro con le luci di Carloforte. Tore mi mette in guardia di tenere sempre e costantemente sotto controllo il radar così da individuare le imbarcazioni che incrociano la nostra rotta. Così sarà, infatti durante la navigazione dello stretto incroceremo diverse imbarcazioni. Balliamo un po’ con il mare forza 4, la prua adesso è verso Capo Teulada, direzione Sicilia.
Ore 05.30 del mattino di venerdi 8 maggio, l’alba di un nuovo giorno ci coglie a Capo Teulada. Si vira a sinistra verso la Sicilia, Capo Spartivento è adesso davanti a noi.
ore 06.00 del mattino, cambio in plancia: Giorgio al timone e Lello al radar. Ci aspettano non meno di 24 ore di navigazione nel basso Tirreno.
A mezzogiorno Stefania, Gemmy e Marta lamentano piccoli languori, decidiamo per il pranzo. Le condizioni del mare ci costringono ad affettare ancora salsicce formaggi e pomodori. Il pranzo si consuma velocemente. La navigazione continua. Al timone del CAICCO ALISSA si alternano Giorgio e Tore ma inaspettatamente nel pomeriggio qualcosa ci insospettisce; la direzione del CAICCO ALISSA sembra essere cambiata. In effetti scopriremo il perché. Al timone c’era Stefania che decide di puntare in un primo momento verso la Tunisia e successivamente di tornare a casa con prua verso Bosa. Immediato ammutinamento e chiediamo la sua destituzione, che viene immediatamente eseguita. Il pomeriggio per il resto ci regala una bella giornata di sole e restiamo sdraiati a prendere il sole a prua fino alla sera. Tutti ci auguriamo che le condizioni del mare siano buone durante questo attraversamento perché agogniamo del cibo caldo e così sarà. Alle ore 20.00 Tetta ancora in preda al mal di mare m’incarica di prendere il timone della cucina. Decido di cucinare 12 hamburger provenienti dalla pregiata macelleria Biccai di Sindia. Le donne in men che non si dica apparecchiano la tavola e preparano una grande insalata di pomodori freschi. Mancano all’appello Tore, a nanna, e Tetta ancora agonizzante. Niente vino, è finito in cuccetta da Tore e per non svegliarlo ci rinunciamo. Grandi complimenti al cuoco per la bontà del cibo, il sottoscritto gongola!! Durante la cena Giorgio fa i turni per la navigazione notturna, con Tore dalle 02.00 alle 06 ci sarà Stefania, ma ,apprenderemo da Marta che Stefania è rimasta a dormire bellamente in cuccetta ed a fare il turno è stata lei stessa riferendoci che Tore dopo le grandi lodi da lei tessute agli hamburger, se li divora freddi alle 02.00 del mattino.

Rispondi

marzo: 2016
S D L M M G V
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031